sabato, 30 agosto 2014

Comeinvestireoggi.com

Crescita finanziaria, economica e culturale

Come si calcola l’IMU

Scritto da ale - giovedì, 29 dicembre 2011 - Letto 1880

Imu Casa calcoloTra le novità della manovra “Salva Italia” varata dal governo Monti, recentemente approvata sia da Camera che da Senato, c’è l’imminente introduzione, a partire dal 2012, dell’IMU. Acronimo per imposta municipale unica. Un balzello che colpisce le case, tutte, sia prima che seconda: e che mette insieme, in un unico pacchetto, la vecchia ICI e le addizionali comunali.

Là dove il precedente governo aveva detassato la prima casa, il Governo Monti, per esigenze di cassa ben note a tutti, ha deciso di mettere piene mani nella tasche degli italiani, e non concedere alcun sgravo. Anzi. Si tratta, com’è intuibile, di una tassa indiscriminata, che colpisce allo stesso modo chi, dopo anni di risparmi, è riuscito a intestarsi la famosa casa di proprietà, e chi, come l’imprenditore immobiliare, ad esempio, ne possiede più di una. Nessuna equità, tutti pagano allo stesso modo. O quasi.

Detrazioni ridicole
Assieme all’Imu, che ricordiamo costituita da un’aliquota dello 0,4% eventualmente abbassabile o alzabile del 2 x 10000 per decisione unilaterale dei comuni, c’è la possibilità d’usufruire di una detrazione di 200 euro. A cui se ne aggiungono 50 per ogni figlio a carico  – entro i 26 anni – che vive sotto il tetto famigliare. Poca roba, direte voi. Non possiamo che essere d’accordo, se pensiamo che nel calcolo è prevista inoltre una rivalutazione del 60% delle rendite catastali. Una mazzata non da poco.

Seconda casa: sono dolori
Pesante è anche la scure che cadrà su chi ha una seconda casa. L’aliquota prevista nell’IMU per questa abitazione è del 0,76%. Con un lasco di variazione per i comuni pari al 3 per mille. Un lusso per chi non la dà in affitto, che così facendo non la può scaricare sugli inquilini – è la spiacevole verità: il mercato funziona in questo modo.

Il calcolo IMU in tre passi
Calcolo IMU
Simulazione di calcolo
Esempio di calcolo
Casa di categoria catastale A/3, di circa 100 metri quadrati, con rendita catastale non rivalutata di 945,11 euro, adibita come abitazione principale.

Rendita catastale rivalutata del 5%: 945,11 + 5% = 992,37
Rendita catastale rivalutata del 60%: 992,37 + 60% = 1.587,78
Valore catastale: 1.587,78 x 100 = 158.778
Imu: 0,4% di 158.778 = 635,11
Detrazione prima casa: 635,11 – 200,00 = 435,11
Detrazione figli (2): 435,11 – 50,00 – 50,00 = 335,11 (importo dovuto).

Ecco la vostra IMU.
Fonte Marco Fratini| per approfondire quest’argomento vi consigliamo di acquistare il settimanale Oggi n. 52

2 commenti

  1. Giordano Sammuri Said,

    abito con mia moglie in un appartamento intestato ai figli che vivono fuori e non anno residenza nel detto appartamento come calcolo imu grazie della cortese attenzione saluti giordano

    Posted on aprile 2nd, 2012 at 9:27 pm

  2. donato Said,

    mi chiamo donato d’alessio ed abito a caserta dal mese di ottobre 2011 ho cambiato residenza da caserta ad un paese in provincia di bn, dove ho un’altra casa. la mia domanda è questa “pago l’ imu per la casa, prima, a caserta dal 01.01.2011 al 30.09.2011 e la casa al paese come seconda dal 01.01.2011 al 30.09.2011, e la casa di caserta che è diventata seconda dal 01.10.2011 al 31.12.2011 pago per seconda casa viceversa la casa del paese la pago come prima casa dal 01.10.2011 al 31.12.2011″?.
    va bene o mi devo rivolgere ad un patronato ?
    grazie
    .

    Posted on aprile 7th, 2012 at 11:02 am

Inserisci un commento

iTunes buttom Google play buttom

opzioni binarie
Se vuoi investire con le opzioni binarie ti consiglio di visitare il blog di OB60 www.opzionibinarie60.com che è un vero e proprio laboratorio in cui vengono sperimentate strategie di trading binario.